Come l’onda…

Attraversare l’invisibile

nel legame invece regnoso

di quel visibile condizionante

che divide oltremodo

cio’ che per ragioni d’anima

resta quel tratto di vita

capace d’essere completezza

che ogni tanto hai assaggiato

come fosse risposta la sofferenza

quella che lega l’invisibile

che trapassa invero

le fattibilita’ remote

che s’allontanano e s’avvicinano

come ondosita’ di mare

che ritma il divenire

con la costanza che trasporta

per quella vita intravista

nel secolare movimento altro

che regola nel flusso e riflusso

il perche’ che non capisci

ma che afferri dentro pieno

nella capacita’ d’andare oltre

quella staticita’ dell’invisibile

che ti apre possibilita’ di cambiamento.

Forze misteriose sono

quelle capacita’ insite dentro

di sapere quanta incidenza

possono avere quei risvolti

cosi’ ancora da diventare

cio’ che sai essere per te solo amore…

 

  (203)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag