A Giovanni.

Dicono…mani di fata

ma…l’ansia è sua padrona

proprio in quelle mani

laboriose e…attente

…a non arrecar dolore

come ali di libellula

accorte e… leggiadre

come carezze invisibili

che nascondono anima

d’un sognatore che ha limiti

imprigionato dentro l’orologio

che…nel suo ticchettio

lo sovrasta quasi distruggendo

quella soavità nel…mal di testa

…come un cerchio intorno

quasi a renderlo più terrestre

che…sognatore di sua natura.

L’impegno d’ogni pensiero

non è mai per se stesso

in quell’egoismo che non conosce

nessuno gliel’ha insegnato

portandolo per mano

attraverso le sue…di fata

a cavalcar sogni dimenticati

e…mai afferrati.

Mani di fata son per gli altri

mani di fata sono solo leggerezza

oltre il canto della vita

…c’è la vita

caro Giovanni… (567)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag