La costante…

La costante d’ogni mattino

e’…il cicaleccio libero

d’un parlare fitto

d’un librare gioioso

d’un approccio felice

all’espressione insita

nell’armonia esaustiva

nel porgerci l’attenzione

nel gustare l’empatia

mentre destarsi e’ vita.

La costante d’ogni mattino

e’ l’istante che s’afferra

come fosse un augurio

che il mondo distratto

nega a se stesso

occupato a costruire solamente

l’ignorare il motivo delle vite

cosi’ predisposto a perdere visuali

cosi’ anelanti all’essenziale

quello che non s’acquista

quello che si posiziona prigioniero

per negar all’individuo l’anima.

La costante d’ogni mattino

e’ l’occasione di riscatto individuale

nel disincanto di fronte alla vita

che acquisisce da sola il suo perche’

nel supportare quell’incanto

che scuote fino a dilaniar

quella predisposizione all’ascolto

ognuno con l’animo tra le ciglia aperte…

 

  (174)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag