Mentre t’abbraccia…

Spunta aldila’ dei monti

una sola cima bianca

che quasi si scioglie nei giorni

quando il tempo accompagna

il ritmo incalzante di primavera

…stagione del risveglio

…stagione della bellezza nuova

nel persino che s’avvicina

forse ad essere piu’ propositivi

con il dovere che sentiamo

d’essere felici d’esser qui.

Ridonda il canto d’uccellini

che sembrano ascoltarmi

e poi…rispondermi di senso

con quel cantilenar nel verso

che e’ allegro…mai mesto

che e’ palese…mai represso

che e’ corrispondenza…mai negazione

che e’ attraversante…mai sospeso.

Ridonda pure quel fruscio

ascoltato dall’anima

per cio’ che puo’ essere significato

d’una gioia piu’ gioia ch’espande

quell’uguale trastullo percorrente

nella tonalita’ nascosta dentro

che riesce a farsi udire ancora

senza eta’…senza un perche’

senza forzatura…senza prigionia

mentre esiste la liberta’ d’essere

…sguardo intorno che arriva dentro

mentre t’abbraccia la sensazione

della vita per la vita…

 

  (204)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag