Ondeggiano…

S’accavallano le onde

nel lento ritmo sussurrante

in quello sciacquettio che parla

d’infinito spazio di contorno

nelle forme adatte che solidificano

…pensieri che ondeggiano

nel trasportio della mente

quando nel silenzio creano

soavita’ d’espressione vera

perche’ proprio l’attimo tuo

si placa nel ritmo ondoso

cheto…lento…vero…infinito

e…lasci andare cio’ che e’ forma

perche’ il bisogno primario e’ respirare

mentre condensi l’eterno

nell’attimo che lo recepisci.

Diventa l’unione cosi’

grande in quanto…eccelsa

perche’ accosti dentro la dimensione

attraverso la comunione naturale

con cio’ che vibra di silenzio

mentre il mare ti parla

mentre il vento t’accarezza

mentre il respiro t’espande.

Senza parole e’ l’infinito

non ha bisogno d’altro

che…infilarsi dentro dolcemente

come fosse l’unica ampiezza amica

cio’ che aspettava la risonanza

d’esser unito davvero al piu’ di te…

 

 

  (174)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag