Argomento deviato…

La morte e’ un addormentarsi

per…trovarsi aldila’

cosi’…senza appello

cosi’…senza alcun rinvio

proprio di quell’ora propria

che ti tocca perche’ e’ finita.

E’ un istante consapevole

d’esser misura d’una “ovvieta’”

…dimenticata dai piu’

e…ricordata solo quando ci tocca

magari perche’ qualcuno caro

e’ morto come un angelo

dopo le ” patenze ” d’una vita

cosi’ piena di passaggi dentro.

E’ un istante consapevole

quando pensi a te stesso

e…vorresti far le valigie ultime

non dimenticando la vita

ma…ricordandola piena di te

dentro quella storia che ti sei raccontato

dove hai barcamenato nel dolore e nella gioia

per poter essere quel nulla unificante

che…dimentichiamo vivendo

che…accantoniamo dentro per non saperlo

quanto la trasformazione vivendo

ci avvicina alla singola morte.

Non parlarne e’ allontanarla

non pensarci e’ l’illusione che non sia

mentre nella vicenda nostra invece e’ presenza

solo che forse non e’ mai per noi?

 

 

  (345)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag