L’avvilente…

La subordinazione…avvilente

e’ quando non alzi la testa

restando incastrato negli schemi

quelli soliti…senz’anima.

Subire quei ricatti morali

riempiti da buonismi occasionali

servono solo a tarpare le ali

di quella Sacra liberta’ individuale

che riesce ad essere la salvezza

allorquando acquisisci consapevolezza.

E’ facile usurpare piu’ che elevare

ogni accadimento fatto a misura

per esser individuato nella dipendenza

capace di…creare l’abisso

capace di…capovolgere parametri

capace di…provocare un bisogno.

Quel bisogno si trasforma

diventando vittimismo di storia

quando non si vuole e non si puo’

allentare quella morsa infame

che proprio e’ li’ a delegittimare

il senso di liberazione che punge.

Eppure…nell’animo si crea il caos

perche’ non si vuole essere capaci

anche se la sensazione occludente

soffoca l’istinto a fuggire

sopprime l’istinto naturale

che e’ capace di creare la differenza

tra sudditanza morale

e…liberta’ cosi’ soffocata.

 

 

  (427)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag