Che…si poggia…

La quiete assoluta

viene prospettata

da un’immagine totale

d’un incanto cosi’ canto

attraverso un eterno d’onde

che ritmano l’interiorita’

cosi’ nel privilegio d’ascolto

d’un mondo fatto da sensazione.

E’ un placido che…si poggia

nell’assuefarsi d’attimo

cosi’ che il trasportio

verso la quiete equilibrante

solidifica l’accettazione

del correre del tempo interiore

che…si placa come magia

mentre sei unito nell’intorno a te

che quasi lascia scia d’effetto.

E’ certamente compagnosa

quell’arresa totale al divenire

nella perdita d’identita’ protagonista

d’un effluvio dirompente accartocciato

con una sensazione di bambagia

dove puoi essere te stesso

senza le solite vuote appartenenze

cosi’ lontane dalla verita’

cosi’ lontane dalle false illusioni

che neanche ti dispiace d’esser solo

solo con te ma…in compagnia sincera

solo con te ma..affermazione arrendevole

verso la comunicazione con l’Universo…

 

 

 

  (382)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag