Attraverso le parole…

Non condividere se non

…attraverso le parole

che mai sono davvero compiacenti

mentre dibatto me stessa

nel foglio che afferra un senso

con cui rapporti te stesso

nella sola possibilita’ che hai

…d’esser te stesso.

Non condividere e’ spiegabile

quando il pensiero forma

…quel susseguirsi

d’una recondita assuefazione

al cio’ che t’identifica come persona

non disperdendo di te

…nemmeno un frammento

nell’immensita’ del posseduto

con la vibrante alternanza

che…sistemi come abito

che…posizioni come risposta

che…ferma il tuo chiedere

come se cio’ fosse poi facile

nell’auspicabile diveniente

d’un modo da condividere

mentre ti spogli e sei spogliato

mentre scrivi e poi riscrivi

tutto il disagio circondoso

d’un modo che l’azione preclude

perche’ interpreta te stesso

l’azione…d’attaverso parole

comprese o meno che…non conta.

 

 

  (276)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag