Quei…

Il mare d’argento

e’ l’infinito di se stesso

come a voler insegnare

il simile che c’unisce

nell’oceanica possibilita’

che tutti possiedono

nel prospettarsi di fronte a se’

con quella stessa immensita’

…che langue in ognuno

…che si disperde nell’inutile

…che si piega come impossibilita’

allorquando non s’usa il potere

di…quell’infima anima

schiacciata dalla negazione.

Il mare d’argento

e’ cosi’ contenitore d’ampiezza

che nell’osservarlo…si placano

…quei pensieri fuorvianti

…quei rimpianti verso il vissuto

…quei particolari balzanti dentro

…quei recalcitranti bisogni

…quei dolori dovuti alla vita

…quei parlati espressione di te

…quei combaci che non si capiscono

…quei fragori simili ai ricordi

…quei nuovi assetti d’eta’

…quei sogni che diventano espressione

…quei desideri legittimati dal volere

…quei sentimenti vicini all’infinito

…quei non chiedersi piu’ perche’ sai…

 

 

  (449)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag