Il cielo infinito…

Sfiora nel vento

la sensazione amica

d’una liberta’ infinita

nel  poter toccare davvero

…il cielo infinito

che senza nuvole s’apre

ad esser quasi ingoiato

per cio’ che puo’ essere

quel cibo dell’anima

allorche’ si desta la fame

di quell’incommensurato

che si condensa ora di parole

mal riposte di fronte alla misura

d’un senso che appena sfiora

la dimensione eterna

raggomitolata quasi

nella strettoia dell’umano

cosi’ poco avvezzo a cibarsi

dentro l’antica fame unente

nell’unione paradisiaca

per la pace d’un attimo

afferrato nello sguardo

attraverso spiegarsi d’ali

che sono simbolo liberta’

nella capacita’ d’afferrare

tutto cio’ che pare lontano

senza sapere che e’ dentro ognuno

l’idea di liberta’ senza nesso

in quella logicita’ obbligata

che diventa prigione di sicuro…

 

  (209)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag