Dispersione…

Quanta dispersa verita’

viene gettata nel vuoto

d’una rinuncia a divenire

ogni persona …un protagonista

non delle solite recite

ormai fattesi vecchie di senso

perche’ un senso non ce l’hanno

ormai divenute…copie nei ruoli

ormai…senza finali diversi

semmai si cambiassero i copioni

semmai si potesse recitare a soggetto

nella liberta’ assoluta

di vite e personaggi fallati

da un’imperante assuefazione

che non da’ applausi di partecipazione

ma solo disagio esistenziale

nel rumore delle vite personificate

mai nella crudezza reale

d’esserne attori e protagonisti

nella scena cosi’ evidente

d’una mondanita’ senza vitalita’

nell’apparenza di viverla

senza quella falsa identita’

cosi’ evidente che da’ scoramento

in una rivoltante aberrazione

che indica morte invece di vita.

Quanta dispersione puo’ essere

il “disperdere” potenzialita’ di coerenza

in quel compito d’elezione globale

che potrebbe essere il gioco delle parti…

 

 

  (311)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag