Arde…

Spunta il giorno d’acceso

per quel caldo usuale

d’una rovente estate

dove la calura e’ protagonista

nella stagione che arde.

Arde nei fuochi appiccati

arde nei sonni agitati

arde nel corpo accaldato

arde nei cuori arditi

arde nei bisogni agognati

arde nei voli inseguiti

arde nel mare pulito.

E’ un calore d’atmosfera

afferrosa di pensieri intrecciati

altezzosa della sua padronanza

nell’esser indice di pigra arresa

nelle forze cosi’ dimezzate

tali da impedire slanci spontanei

allorquando gli scatti si adagiano

perche’ lo spontaneo divenire

pare arretrare di potenza

nella noia che si accomoda

quasi nella stasi forzata

da cio’ che s’appantana di frequenza

in quel piano di non movimento.

E’ un’attesa della sera

nella frescura dell’aria

mentre venticello cosi’ desiderato

attenua la stasi d’un equilibrio

cosi’ che si respiri un po’ di vita…

 

 

  (187)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag