Il potere…

Successione d’attimi

e’ la forma irreale

mai afferrata ma distolta

per motivi mai dipendenti

dalla regressione incisiva

perpetuata ai danni dell’uomo

cosi’ distratto e guidato

nell’inutile che acquista potere.

E’ il potere delle cose

cosi’ poco appagante per l’anima

preposta ad altro del singolo

che…perdendo individualita’

si castiga da solo

si fustiga da solo

si perde cosi’ nel dissolto

quando essere e’ cio’ che conta

nel perpetuo che c’appartiene

nelle singole vite deprecate

di quel senso d’immensita’

che sono proprio attimi

quelli conseguenziali ad ravvedimento

quelli densita’ di grandezza

cosi’…appoggiati nella nullita’.

Perdita di senso e’ abbracciosa

quasi che quella dimenticanza reale

appartenga alla realta’ oggettivata

mai soggetti che s’evolvono

mai soggetti che ricordano

mai soggetti che sono pieni d’altro

forse d’amore che viene allontanato…

 

  (229)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag