Guardando con…

Il grado d’insoddisfazione

e’…quella silente ombra

che…attanaglia

che…offusca

l’umore di chi ad esso si rapporta

per quel paragone verso gli altri

pensando con il confronto

rispetto alle apparenze altrui

dimenticando quanto lo siano.

Certo…guardando con l’anima

si palesano sfumature altre

nella mera felicita’ esibita

da chi recita solamente

e…non e’ proprio in grado

di guardare oltre l’ovvieta’

di risultanze deficitarie

d’una pienezza molto lontana.

Eppure questa strana esibizione

…disturba interiormente

perche’ stranamente cio’ che appare

anche avendo un fascino superficiale

si colloca in un’aggregazione massificata

di…una comunione finta

ma…efficace perche’ la vedi

mentre rimanere ai margini

crea quella sfiorante amarezza

nella constatazione d’esser fuori

si’…dai giochi che pur fan qualcosa

si’…da una recitazione ottimale

si’…da quell’apparente felicita’.

 

  (178)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag