Donna sconosciuta…

Donna sconosciuta

imprigionata troppo

da legami che andrebbero sciolti

indi poter nascere di nuovo

per essere se stessa che…esiste.

Bisogno dell’acqua

ricordo ancestrale dell’origine

quando ha scelto la vita

sprecandone oggi opportunita’

con quelle dorate cancellate

dove oggi aggrappa mani

come se volesse assaggiare

persino l’aria cosi’ libera

nel gusto di riempirsi tutta.

Non ha nemmeno forza

d’emergere per coerenza

verso il dono avuto un di’

cosi’ sprecato e deprecato

pur d’accontentare gli altri

meno che…se stessa

cosi’ al buio…cosi’ “robottizzata”

che oggi…amica della paura

s’immola al destino che sceglie.

Ma sceglie o si fa scegliere

questa e’ la domanda che deve a se’

per ritrovare luce non ombra

nel suo cammino lastricato

di sassi divenuti macigni

da cui prendere distanza

per poter rinascere daccapo…

 

  (206)

One thought on “Donna sconosciuta…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag