Molto di piu’…

L’ampiezza d’un estensione

cosi’ unificata ad una forma

che…mai puo’ esaltare

i concetti predefiniti di “regole”

restringimento di parametri

soliti…uguali…simili

a catene imprescindibili

che rendono prigionia alla forma.

E’ molto di piu’

quell’ampio che spazia

quell’ampio che non reclama

quell’ampio che rende giustizia

all’invisibile visione locata

nella non forma liberata.

E’ molto di piu’

quel ritmo che detta sfumatura

alla musicalita’ prospettica

d’un divenire sconosciuto

che percorre il tempo ed il luogo

d’un irraggiungibile ascoltato

oltre la visione ristretta

di quei canoni limitativi.

E’ molto di piu’

quella tenera accondiscendenza

all’ideale d’una forma

che nulla pretende di piu’

proprio perche’ riuscire ad afferrare

quella simbiosi con il luogo

nel tempo d’una vita

dicansi…molto di piu’.

 

  (170)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag