A Luigi Maiello…

Luigi…mingherlino di fattezze

bruno di tanto sole preso

e’ la mascotte d’una spiaggia

dove tanti nonni lo vezzeggiano

di dolcezze meritate assai

d’un bimbo d’oggi ben educato

tranne per il pallone usato

in uno spazio ben ristretto.

Luigi ha oggi pescato

un pesce assai grosso

simbolo  d’una costanza di speranza

oggi emblema di pazienza tanta

dopo aver avuto insegnamento

da un nonno putativo chiamansi Angelo.

Luigi ha un sorriso di felicita’

girando per esibizione ovvia

con il pesce abboccato nella busta

come trofeo di tanto ardire

d’un bimbo di soli otto anni.

E’ una gioia contagiosa

nell’applauso a lui riservato

per l’innocenza che apre porte

ai doni dell’infinito amore

d’un bimbo verso la natura amica

che mai lesina i suoi doni

cosi’ ancor piu’ vicina ai bimbi

portatori d’un grande cuore

intriso di purezza e gioia

stamane cosi’ evidenziata ancora

da un bimbo che si chiama Luigi…

 

  (178)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag