L’aggrapparsi…

Quanta paura e’ reale

quando porsi di fronte a se’

resta la fuga verso quell’apparenza

cosi’ salda che non viene mai tradita.

E’ un aggrapparsi continuo

verso cio’ che rende omologata

quell’incapacita’ di donare a se’

solo la parte nascosta volutamente

nella paura della pazzia vera.

Eppur si fugge ogni secondo

dalla reale attinenza umana

di coercizione globale dilagante

che opacizza persino le azioni

usate e subite senza pieta’

verso il singolo percorso che compete

con la sfida al vivere diversamente

ponendosi solo con apertura

verso l’amore per se stessi

cosi’ necessario all’affamata condizione

d’esser poi mendicanti di vita

d’esser poi impoveriti nella condizione

d’una disperazione fallimentare.

Quanto terrore e’ reale

nel palesato d’ogni vita sprecata

inseguendo tappe senza onore

perche’ si e’ dimenticato il perche’

perche’ si e’ svenduta la capacita’ sacra

di porgere infinitezza invece che pochezza

di perseguire l’alleanza fatta di condivisione

di proteggere l’umano dal disumano porgersi…

 

  (216)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag