Attesa…

Il tiepido tepore

acquisito dalla comprensione

…d’altri lidi dove approdare

…d’altri spazi d’accettazione

…d’altri tempi da conquistare

sembra placare l’immensita’

nella modalita’ percepibile

da cio’ che diventa con te stesso

…l’assuefazione di principi

che sono reali di quanta presenza c’e’

…nel crogiolarsi d’attesa.

Attendere senza vecchie priorita’

il tempo che si percorre dentro

con quel cadenzato acquisito

dalla realta’ che ti modella

…quasi come pittorico passaggio

di colori nuovi che ora guardi

…quasi assaggio d’un senso

cosi’ che puoi essere pronto

ad esser diversamente individuabile

…quasi un lento divenire

che tiepido di tepore…e’ li’

…ad esprimere il senso dell’amore

…ad essere il senso della vita

…ad elevare il principio d’un inizio

dove regna la pienezza d’un istante

tanto resta della vicissitudine

di voler il calibro d’equilibrio

atto non a pesarti di rinunce

ma…un futuro fatto di pezzi d’unita’…

 

 

 

  (294)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag