Quanta morte ci vuole…

Quanta morte ci vuole

per non vivere la vita

ogni volta che la si disprezza

ogni volta che non la si ama

ogni volta che si rimane incastrati

ogni volta che faccia a muro si tace

ogni volta che si muore soli davvero.

E’ vero si nasce anche da soli

ma morire cosi’ sentendo la vita

e schiacciandola ogni volta perche’ vive!

E’ vero che non si compie un atto d’eroe

quando il bisogno d’amore e’ sviscerante

fino a tagliarti dentro…fino a sconnettere del tutto

fino a piangere finalmente tutte le lacrime

fino a sublimare la liberta’ di scegliere la morte

fino a renderti lontano dall’amore che e’ li’

…tutto per te…tutto di piu’…tutto per gioire!

Scegliere di fuggire eclissando l’anima

in un recesso profondo da dimenticare

in un accesso vietato a tutti attraverso il negarsi

in un addio che diventa amarezza che struscia

melliflua…viscida…buia…nefasta…nera.

Quanto buio avvolge l’ultimo respiro

e quanto ingoio di fiele ostico alla riscossa

si’…di un’identita’ perduta ed eclissata di dolore

e…aspettare la carezza…l’ultima di chi ti ama

rispettando quell’insulso modo di perdere

in cambio della sola felicita’ ch’era proprio li’.

Bastava un nome da dire

bastava un attimo di lucida accondiscendenza

bastava dire quel ti amo del cuore…urlato…finalmente urlato!

 

 

 

  (246)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag