Pini…

Pini giganti di maesta’

sono in fila ordinata

lungo la cima della costa

a creare un’armonia

mentre lo sguardo si riempie

di quel senso quasi d’eternita’

che incute solo inchino rispettoso.

Insieme formano gruppo

nella natura cosi’ prodiga

dell’amenosita’ gratuita

nel riparo della solaggine

perche’ lo sguardo e’ denso

d’una compagnia cosi’ intesa

perche’ paiono loro guardarti

perche’ paiono loro parlarti

del tempo che fugge via

quando non lo trasformi mai

in quell’acquisito d’un messaggio

ch’ascolti mentre lo vivi

e di cui ti bei di meraviglia.

L’attimo non fugge

quando lo vivi dentro

con famelico anelito

persino nel respiro che ti da’ vita.

Anche loro sono respiro

densita’ d’una vita secolare

mentre ampliano le cime alte

che diventano come ombrelli

dove riparare i pensieri deprivanti

di quell’immagine sacra dell’anima…

 

  (217)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag