Quella non rispettata mai…

Abortire una vita

…quella non rispettata mai

per l’illusione d’amore

che…nell’incapacita’ d’aprirsi

rimane chiuso come fiore reciso

prima che possa essere se stesso

vita…solo vita.

Abortire una vita

nel bilancio di perdita

quella d’aver mal costruito

…l’edificio d’un anima

cosi’ edificata nelle sabbie mobili

che oggi risucchiano voraci

quel che appare e non e’ mai stato

…nella mancanza di coraggio

…nel rischiare di vivere

…nel puntare sulla vita

…nel credere in se stessi sempre

senza che nessuno possa insegnarla

quella voracita’ d’avere

solo amore…solo amore.

Illudevole e’ quando si dice

…e’ per me stesso che devo sentire

quell’amore che lievita e cresce

quando poi…pur avendolo quel sentore

resta l’illusione di possedere ricchezza

quando e’ miserevole la non condivisione

quando e’ disonesto non porgersi pieta’

che…hai abortito la tua vita

come un atto a te dovuto…inutile…

 

  (276)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag