Tanti…

Tanti…di primo mattino

camminano a piedi nudi

sulla fresca sabbia senza orme

quasi volendo nel gesto del cammino

…imprimere le proprie

come se a differenza della propria vita

volessero cosi’ dare una presenza

quella che in verita’ non hanno dato.

I passi sono veloci e profondi

tanto da creare solchi densi

che seguono il lungo tratto

nella pensiereta’ annullata

cercando di crearsi dentro

quelle risposte mai datesi

proprio perche’ non avendo ruolo

ne sentono mancanza all’improvviso.

Lo sguardo non e’ aperto

come ogni mattino dovrebbe essere

in quell’inizio di giornata

che nonostante il luogo resta svuotata

nella reale abitudine di mai appartenere

neanche a cio’ che vale un patrimonio

per l’opportunita’ di riscatto

che neanche il luogo ha capacita’

di dare una corrispondenza reale.

Ha solo da camminare tanto

quell’animo cosi’ avvinto dalla nebbia

nelle impronte che rimarranno li’

per essere poi cancellate del tutto

dalla marea che le fara’ sparire…

 

  (236)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag