D’esser…

Essere cascata e poi…vulcano

in quell’ergersi d’anima

e poi…di pace e poi…ancora

…corsa incontro alla vita

verso la purezza incondizionata

che puo’ essere vissuta a tratti

chiamansi…felicita’

quando l’afferrarla come risposta

e’…il quadro di noi stessi

stelle di un firmamento sconosciuto

per cio’ che non e’ riuscito ad essere

all’improvviso…impeto di corsa

all’improvviso…abbraccio stretto

all’improvviso…luce accecante

all’improvviso…pianto di gioia

all’improvviso…solo Universo dentro

esprimibile di se’

che folgore rimane il lampo

di possessione corrisposta in saetta

mentre vivere per morire

e’ la vita che si spiana dentro

conoscendone il senso di un arrivo

nel saper scegliere la corrispondenza

tale e tale di te stesso

che cio’…rimane scritto incisivamente

in quel cammino attraversato

per chiudere cerchialita’ d’un compito

assolto proprio nella ricerca

d’esser cascata e poi vulcano

d’esser unione non piu’ divisione…insieme.

 

  (274)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag