Le proprie bugie…

Molte infelicita’ sedate

come fosse la recitazione perpetua

d’una vita…degna d’essere

quella virtu’ da esporre ulteriormente

come…trofeo di rinunce

come…aver dato per amore

come…aver rinunciato ai propri sogni

come…l’idealizzazione d’un esempio

come…senso d’un dovere espletato

nel sedarsi attraverso una giustizia

…quella tramandata dalle tradizioni

…quella imposta a “status” obbligante

…quella d’una vita incubo

senza sbocchi cercati con vigore

quando sedando quelle spinte interiori

si rende a se stessi solo ingiustizia.

Molte infelicita’ mai guardate

con l’animo che rifiuta la felicita’

e’ spreco di vite cosi’ dure di bugia

che…pare appartenere al dolore piegante

d’un tempo che c’appartiene

e…ci viene dato per esser…ohime’

solo felici…solo consapevoli

solo coerenza…solo scegliere ancora

…quell’avvicendamento regaloso d’occasioni

mentre decidere resta l’utopia di specie

soprattutto nel negare a se stessi

la natura del ritrovarsi unici

combattendo le proprie bugie…

  (304)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag