Le ombre…

Le ombre sono sempre lunghe

quasi arrivano ad esser

…un paradosso di forme

cosi’…piene di scuro

nella proiezione inflitta

per provocare l’attenzione

verso la forma reale

d’una realta’ individuata

proprio da quella facolta’ d’essere

…quella che sfiora l’umano

…quella che sintetizza il gioco

…quella che amplia il pensiero

…quella che cerchi di verita’

…quella che fedele si disperde

quando diventa…quel che e’

fin da quando…ci giocavi

fin da quando…t’esaltavi

fin da quando…avevi paura

fin da quando…non sapevi

fin da quando…eri fragile.

Le ombre sono sempre lunghe

prendono cio’ che sei nel “quasi”

come se quell’incerto inseguisse

lo spasmo di diventare realta’

per quanto la vivifica di senso

nel percorrere l’ombra di te stesso

quando…sparisce l’ombra

nel conseguenziale risveglio di luce

quasi fosse la lucidita’ del suo intento

…la posizione della forma.

  (305)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag