Troppi quanti…

Paura del giudizio altrui

e’ un pregresso modo deviante

che incute la paura dell’abbandono

verso qualsiasi sogno avverato

che…d’improvviso ti lascia solo

nell’infinito che si rimpicciolisce

diventando…negazione.

Quante futili paure

riescono a palesarsi

eclissando cio’ che volevi per te

appiattendoti nel giudizio altrui

di chi rimane spiazzato

da quel “qualcuno” che sceglie

per l’opportunita’ della vita

che…birichinamente ti serve

come tu…fossi un re in cio’ che volevi.

Quanti infiniti si restringono

perche’ non credi che la vita sia tale

…nelle sorprese di piacere

come in quelle di dolore

mentre li’…quando soffri

nessuno piu’ ti giudica quanto e’ ingiusta

la maniera d’esser spada ferente

perche’ li’…non c’e’ gusto…sei solo dolore.

Quanti modi d’agire destabilizzano

specie quando da luce che sei

…vieni oscurata perche’ e’ troppo il luccichio

che…amplia quel modo di viversi

mentre il buio del giudizio…e’ li’

a privarti  di quell’intensita’ lucente…

 

 

  (453)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag