La baia…

La baia…che abbraccia

nell’angolo di Paradiso

che si deposita in terra

quando tutta la magnificenza

pare accanto…per osannare

la creativita’ che si palesa

nella recezione delle ampiezze

atte a decantare la perfezione

in ogni sua manifestazione.

La baia…che pare esplodi

per quanto visibile afferrabile

ogni volta che permetti a te stesso

d’esser antenna ricevente

…di messaggi d’amore

quando l’infinito ti regala

l’attimo che vivi in potenza

d’una alta concezione recepita

persino da un invisibile che sussurra

la melodia del creato.

La baia…cosi’ madre

pare accoglier tutti i dolori

per caricarsi tutto dentro

per pulire un po’ il disagio

d’appartenere poi ad una strana specie

cosi’ distratta da non percepire

l’attimo di quando puoi esistere

insieme all’animo che diventa umano

mentre sei certo d’aver sazio

proprio perche’ appartieni alla vita

proprio perche’ vuoi quel lenimento…

 

 

  (335)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag