Rispondersi…

Nelle considerazioni d’ovvieta’

ci sono verita’ palesate

che il pensiero…che cavalca

pare voglia fermare il raziocinio

cosi’ bilancia della varieta’

quando rispondersi ad un cruccio

diventa riflessione aperta dentro.

Non giudicanti ma osservatori

si rende a se stessi un dono

quasi che certe emozioni

diventano scandaglio d’altro

perche’ capisci il malessere umano

e…non sai come porti per capirlo

accettando che il comune gaudio

resta la superficialita’ imperitura

di non ragione affatto

quando non si sa usare l’anima

resa muta e sorda

pur che non si agitino gli assetti

nell’abitudine di…non essere mai

…soggetti…non oggetti

da muovere come pedine

studio di testa ma non d’anima

nell’elemosinare poi cio’ che e’ essa

…l’anima che…guida

…l’anima che…emoziona

l’anima che…da’ altro…di te stesso.

Soggetti e non oggetti

nella precaria visione mondana

che diventa morte dell’anima…

 

  (248)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag