Io…ero gia’ io…Leonardo…

Ricordarsi da dove arriva

e’ la confessione innocente

del piccolo Leonardo

che vede e sente con l’anima

tutto cio’ che oggi permea

la condizione del tempo.

Ti vedevo…mamma

ma gli occhi non li avevo

ed ho aspettato che crescessi

per accogliermi nel tuo corpo.

Ti ho aspettato e cercato

anche se…non avevo occhi.

Quanto amore e’ cio’

d’un bimbo che ha scelto la vita

d’un bimbo che ha voluto Lui e Lei

…la Silvia…dai capelli ramati

…il Gigi…gigante di paure.

Quanto amore e’ il pianto

nella rivelazione d’altro legame

che trapassa il tempo umano

mentre d’attimo c’e’ la trascendenza

resa semplice nelle parole

dette da un bimbo innocente

…angioletto di luce infinita

che crescendo dimentichera’

da dove viene e perche’ nascere

e perche’ si vive per non morire.

Grazie Leonardo

che insegna senza saperlo

la condizione dell’andare per tornare

scegliendo Silvia e Gigi che sanno amare…

Grazie Leonardo

che m’insegni da lontano

quanto la vita e’ scelta

quanto la vita e’ un’occasione

e t’abbraccio con l’anima

nell’onore di essere la tua nonna…

 

  (412)

2 thoughts on “Io…ero gia’ io…Leonardo…

  1. Che bello avere la testimonianza di quanto é vero ciò che Leonardo racconta. Con la sua ingenua semplicità ha svelato, senza rendersene neanche conto, ciò che ognuno di noi sa dentro se stesso ma non ha la fortuna di ricordare. Un dono per te Silvia sapere che è stato lui a sceglierti già prima di nascere.

  2. Grazie mamma, per saper cogliere sempre il cuore della vita, l’essenza delle cose. Leonardo è rimasto molto incuriosito dalle tue parole. Un bacio immenso, Silvia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag