Della mia anima…

Quanto prendo dal luogo

…della mia anima

…della mia individuazione

…del mio pensiero allargato

verso la piu’ grande sua manifestazione

d’una guerra senz’armi

deposte ormai nel dimenticatoio

quello preparatorio d’un perdono

che sente la musica della pace dentro.

Quanto prendo dal tempo

…della mia anima

arrampicata nel ricordo

nell’ampio che la racchiude

come fosse tanto preziosa

intrisa di luce che mi segue

colma di una dolcissima attesa

…mai impaurita da limiti

…mai intrappolata da schemi.

Quanto prendo dallo spazio

…della mia anima

in un’ampiezza cosi’ esemplare

ridimensionata da una realta’

cosi’ a volte…ammorbidita

dalla sua stessa piegata esistenza

cosi’ a volte…abbandonata

travolta dal suo stesso coinvolgimento

mentre vicende d’una storia

incapsulano la dimensione altra

in un miscuglio di confusa appartenenza…

 

 

  (254)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag