La finta “samaritana”…

La…finta samaritana

che…piena di buonismo

si crede grande d’amore

mentre e’ solo colma d’odio

verso il suo raccontarsi

che…la rende vittima

e poi…senza l’idea del perdono

proprio perche’ continua imperterrito

il ruolo della buona ad ogni costo.

E’ incapace d’elevazione

proprio in quei moti d’anima

che portano ad essere assenti

dentro il recitare d’un ruolo

che e’…senza densita’

che e’…senza spontaneita’

fermata al palo d’una santita’

che diventa un’offesa l’illusione

di sentirsi piu’ quando si bara

con quel fingere continuo

che diventa alienante il ruolo

assunto come missione

ma…poco esempio di vero amore.

Amore e’ soprattutto amarsi

e lei…specchia se stessa

…nel baratro delle apparenze

…nel buco dei senz’anima

che sentono poi virtu’ la finzione

d’un sentore d’onnipotenza

cosi’ vicino all’oltraggio perpetuato

della recitazione d’un falso amore…

 

  (211)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag