Il genio…

Il genio mancato

senza danaro in tasca

crea cio’ che vede…gia’ prima

nella forma che gli appartiene

in virtu’ della sua genialita’

di seguire le sue idee.

Lavora di braccia

gia’ all’alba…di lena

e…felice di cio’ che e’ gratifica

nel morale che si ciba di se’

ma nutrito da tanta modestia

che…la genialita’ viene affogata

dal non darsi valore

ma solo campare per sopravvivere

dove il danaro e’ ancora idolo

che segue le sue leggi umane.

E…l’affitto…e…la spesa…e…le bollette

e…soldi che volano via

come fossero vento

senza mai dare  piu’ di quel che sono

nello svendersi e non darsi valore

nel luogo dove vige il successo quantificato

nel luogo dove s’ignora il valore altro

nel luogo dove obbedire mette catene.

Il genio mancato

ha solo speranza che qualcuno capisca

quanto le idee siano potere e valore

quanto le idee siano amore per il bello

nel principale compito umano

che scolpisce una diversita’ mai apprezzata…

 

 

  (217)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag