Formale…

Formale e’ quell’uniformarsi

…a cio’ che fan tutti

…a cio’ che pensano tutti

con un’ abituale d’abitudini

…difficili da scorporare

dove posizionarsi come nascosti

dietro il muro dei condizionamenti

perche’ e’ piu’ facile vivere da sopravvissuti

con leggi non scritte personalmente.

Formale e’ tutto grigiore

che perdura indefessamente

nei cuori che hanno solo battito

segnante la vita dei morti viventi

segnante la perdita di vita

che certo non e’…formale

nella sua essenza che e’ vibrante

mai statica ne’ ferma di forma.

Formale e’ tutto uniforme

senza nessuna gioia vera

ne’ dolore vero che parte da sblocco

come se una chiave non riuscisse ad aprire

cio’ che si e’ chiuso aldila’ del divieto

in quel peccare di straripamento

quando vivi per desiderare

con quel guizzo emergente d’istante

in cui puoi essere te stesso…se sei

in cui puoi liberamente…volare

nei cieli infiniti di te stesso

attraversando la vita che e’…vita…

 

 

 

 

  (205)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag