Rubate…

Quando m’afferra nostalgia

…di tante dolci ore

rubate all’usuale consueto

d’un ordine prestabilito

dentro le consuetudini avvilenti

d’un imprigionato percorso

che non permette mai…la tenerezza

che non accetta scavalcar…tendenza

…d’una vita senza guizzi

…d’una vita senza ricordi

ecco che…la grande opportunita’

rimbalza dentro di musica.

Quante rubate ore

…sono emblema di coraggio

…sono chicche donate a te stesso

insieme alla follia di viverti soltanto

insieme al capovolgimento totale

d’un emozione che t’apre il cuore.

Quando m’afferra quel sorriso dolce

…che rincorre spaccati d’intrecci

…che stratifica l’amare vero

nello slancio verso l’altro

travolgimento di passione vera

arrivi su lidi spersi come favola

abbracci d’anime sole che s’uniscono

e…tanto dolore del troppo raggiunto

di quelle simbiosi elettive inspiegabili

preludio d’altro sconosciuto mondo

dove e’ concessa la trasmigrazione

d’anime che si completano specchiandosi…

Non le hai rubate mai le ore che ricordano

sono li’…scolpite dentro proprio

dense di veri perche’ inspiegabili

in una vita che sempre apre

…dettato d’anima.

 

 

  (365)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag