Lo stare…

Com’e’ dolce…lo stare

cosi’…persa nel me

con la musica d’onde

che ritma l’istante d’ora

mentre prendo possesso

del grande spazio intorno

immedesimato al mio piccolo

nell’incisione del perpetuo

che rende fascino alla quiete

cosi’ profonda che e’ gioia

della purezza da condividere

d’un estatico cosi’ proficuo.

E’ uno stare produttivo

mentre star fermi e’ bugia

nel saper viaggiare dentro

per riprendermi tutto l’amore

quello dell’intorno e quello dell’interno

cosi’ uniti da un’eccellente moto

che ha potere d’unire il Tutto

a quell’armonica ascesa

verso lidi da esplorare

con lo sguardo rivolto all’infinito

d’un accadere in un istante

di quell’ascolto cosi’ caro

che pongo al cio’ che crea in me

…gratitudine e giubilo

nell’intreccio dovuto e porto

con tanta sollecita parola scritta

come una preghiera rivolta al creato

che m’innalza rendendomi gusto…

 

  (244)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag