Un mondo…

Un mondo…dietro due occhi

d’uno sconosciuto profondo

dove si nascondono voragini

di…quel mal di vivere

diveniente alla fine…inghiottente

quasi infidamente ascoltato

e…coperto con le illusioni amiche

attraverso quel…mai condividere

il disagio esistenziale di ferite

…quelle avute e non digerite

…quelle date per pareggiar le proprie

come infierire prima su se stessi

e poi…famelicamente su chiunque.

Quel chiunque a volte ama

ma tante volte invece capisce tutto

e vuole solo renderti amore

senza nulla a pretendere

se non che da quegli occhi trapeli

una tenerezza ed un’accettazione

di quei limiti posti a guardia

in tanta distensione di profondita’

perche’ il dolore…e’ dono

qualora gli concedi tregua.

E’ una tregua nei traguardi

…quelli d’una arresa all’amore

…quelli d’una sincerita’ acuta

mentre ancora sei nascosto a te stesso

dietro occhi ora chiusi per sempre

dove…dormire senza vita

e’ l’arresa di cui ti sei legittimato…

  (240)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag