Stare…

Disconnessi dalle fughe

siamo fuggitivi dalla bellezza

…esplicita e grandiosa

d’un desiderare “stare”

e…stare nel luogo

e…stare nel tempo

e…stare nell’azione

per gustarne appieno fragranza

come fosse delizia quel volere

mentre apri porte d’un mondo

quello nuovo della conoscenza

accessibile nell’infinito porgersi.

La fuga nella fuga

e’ quel poi…non amarti affatto

non sapendo regalar a se stessi

proprio…la propria essenza

proprio…la propria anima

con tutto cio’ che poi comporta

quel fuggir in ogni caso

quasi fossi tu stesso…tuo nemico

da cui prendere distanza

privandoti cosi’…malamente

…della tua stessa bellezza

condensata in quell’approccio

tenero ed arrendevole all’amore.

Resta di te cosi’…un manichino

dove appendere ogni residuo d’amaro

senza alcuna prospettiva vera

di connetterti al tuo amore

apice d’una bellezza da riscoprire…

 

 

 

  (264)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag