Il cheto…

Il cheto…della paciosita’

insito nel fermarsi solo attimo

per accompagnarti nel respiro

d’una giornata iniziata per te

ogni volta che “quell’esserci”

si riempie quasi automaticamente

nella condivisione mai separata

…dentro il profondo esistere

di quella meraviglia regalo

che…riesci a farti di pienezza

mentre lo sguardo riempito d’amore

…rende l’unione con tutto

per il rispondere muto

diventato all’improvviso…senso.

E’ il senso della grandezza

non di pochezza…maschera effimera

quando la vita diventa guerra

mentre la pace t’individua diversamente

con quell’anima che ti unisce

al globale di te che ha un perche’

mentre felicita’ e’ anche questo

…in ogni attimo di pace con te

racchiuso bene…non espletato

come un compito per ogni uomo

quando funziona l’anima…semplicemente

senza delegare agli altri quella responsabilita’

mentre raccontarsi come vittime

diventa la carneficina universale

non simboleggiando quell’accordo dentro

che fa d’ognuno creatore d’amore…

 

 

  (268)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag