E…piu’…

Piu’…m’inoltro nel tempo

…umanamente pensato

come un lasso inevitabile

e…piu’…carpisco lo spreco

nel non rapporto con l’eternita’

…unico spazio globale

che c’unifica sempre a quel “piccolo”

…d’una creata percezione

cosi’ poco compresa.

Disquisisco nei miei pensieri

quasi afferrando dentro la sintonia

di fili invisibili atti alla conoscenza

di quel “mentale” fuorviante

perche’ non considera la realta’

per…quel che e’.

Naufrago nell’intreccio

ma mi e’ dolce il naufragar

nella condensa di considerazioni

che affiorano come braccia

a cui aggrappo il mio sapere

vicino al “non sapere”

…quanto tutto e’ finalizzato

al voler vivere con sagacia

il flusso che mi contraddistingue

mentre m’approccio nei flutti

quasi a galleggiar di salvezza

non piu’…naufraga nei pensieri

ma…arresa alla comprensione

che mi dona forza e coraggio

d’avventurarmi ancora

a raccogliere il frutto di me stessa…

 

  (228)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag