I tonfi…

I tonfi del mare

paion tamburi di suono

nella violenza arricciata

di spuma che pare suoni

nel fragore che tende

a divenire musicalita’.

L’attimo di fresco mattino

…e’ pieno d’odori

densita’ d’una rivolta

quasi che…vento carezza

diventasse schiaffo percossa

d’un assetto stranezza

nell’esser eterno movimento.

I tonfi del mare

rimangono perenne d’agire

quando natura accoglie

nel suo strano percorso

quel senso d’immenso

che s’apre nonostante

la furia trascina con se’

le cosita’ effimere di pensieri

vaganti e gettati nel rotolarsi

insieme al cavalco dell’onde

cosi’ piene d’orgoglio d’esistere

per insegnare ancora il senso

d’un piegarsi alla pace

che impugna lo scettro d’amore

quasi a mo’ di lenimento

di quei colpi di frusta

quando il tonfo e’ pienezza…

 

  (295)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag