A Giuseppe e Ludo…

Arrabbiato a dismisura

verso tutto cio’ che non e’ suo

perche’…non t’appartiene

quel pezzo di vita sprecata

dove quella rabbia ti ha comandato

d’esser provocatore e mai provocato

d’essere indiscusso di forza

quando invece sei tanto fragile.

Arrabbiato verso la donna

da cui hai solo preso senza dare

quelle ferite che porti dentro

per quell’eredita’ di compromesso

dove mostrare un personaggio

e’ stato come recitare un copione.

Crescere e’ dolore

ma e’ anche conoscer te stesso

semplicemente cosi’ come sei

senza dover dimostrarti

cio’ di cui poi non sei capace

perche’ non sei forte abbastanza

per poter dire che sei piccolo.

A forza sei rimasto incastrato

in un gioco che deve finire

perche’ sei padre al tempo giusto

nel crescere insieme a tua figlia

di cui ora capisci la nascita

avvenuta nel tempo giusto coinciso

con la vita che affiora nei doni

di cui devi capire la bellezza

crescendo per diventarne degno…

———–……………..————

 

Per Ludo

 

Ora donna e madre

conoscendo la vita cosi’

attraverso un fiore che ti e’ stato donato

proprio per esaltare un dare gratuito

che ti rende onore ed amore

senza svalutare il tuo essere profondo

in tanto dolore…rifugio di spezzati legami

in tanta gioia…inizio di un nuovo legame

e…sempre sono cosi’…i legami

da cui ancora dipendi

sentendoti conseguenzialmente colpevole

perche’ i legami non sono crescita.

Imparare a stravolgere il vecchio

per prendere da dentro altro ed altro

scavando con impeto e sicurezza

quel nascosto di cui ti rattristi

in radici che sono state recise

nel luogo del cuore dimenticato.

La danza ti rendeva ali

cosi’ vicina all’infinito dei moti

dove il dolore combacia con la gioia

nel sentirti viva di corpo e d’anima.

Ritrova te stessa di carezza

in occhi dove rispecchi il volere

quella vita che diventa un diritto

nel percorrerla con ali di farfalla

mentre vibra l’intensita’ d’amore

ed accarezzi l’invisibile ritrovato

in un’espressione spontanea

rivolta a te stessa rinata…

 

 

  (303)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag