Mariuccia…

In una sala d’attesa

…incrociano occhi

nei pensieri nascosti

come fossero comunque

tali comunicazioni…vietate

quando…dai pensieri

recepisci l’aria abbandono

quando li fissi curioso

cercando di carpire

energia…tante volte

neanche sfiorata

in quel dietro front

al cospetto di vita.

L’incrocio è distanza

da riempire di pieno

quando rivolgi parola

cercando compiacenza.

Persino quella non è mai

…gratuità d’intenzione

in quel fuggire sempre

dall’ombra fugace

che sembra inseguire

il ghiaccio di dentro

nel potere di volerlo sciolto

quasi sussurro inviolato

neanche raccolto

d’avere dagli altri

quella curiosità che lì

…nella tua casa

non c’è più

…volata al di là.

  (318)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag