Notte d’anima…

La paura della diversita’

e’…non accettare l’uguaglianza

per quei limiti costanti

che ci vengono inculcati

nelle lezioni avute ed ormai li’

che deviano l’aperture naturali

quando non si e’ capaci dentro

…di pensare e d’agire

nella propria esigenza verificabile

d’una lezione da dimenticare.

Dimenticare le differenze

quelle che s’arrogano diritti

perche’ non pensare all’amore

fa parte di quel noto programma

della finzione universale

d’esser liberi di scegliere

d’esser mai capaci di discernere

tra cio’ che pulsa nella verita’

non nella mistificante arresa

…a cio’ che mai s’ascolta

…a cio’ che mai si porge attenzione

sempre nella paura di essere noi stessi

quella diversita’ additata altrove

che poi e’ cio’ che invece possediamo

nelle radici profonde d’una incivilta’

cosi’ densa di cattiva educazione

quando offende la nostra natura vera

quella prospettata a iosa verso l’amore

quella agognata di sogni dentro

mentre il buio rende solo notte d’anima…

 

  (264)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag