Immobilita’…

Il tempo che si perde

nell’assoluta immobilita’

dell’amore che si possiede

reso stasi nelle crescite

diventa…lezione di vita

proprio perche’ denso di te

di quella facolta’ interiore

di perdonarsi e poi perdonare

nella constatazione amara

che…ognuno ha i suoi tempi

che…ognuno sceglie sempre il meno

senza capire che spreco diventa

il breve tempo della vita

mentre aspettiamo l’eternita’

portandola di la’…poco densa

di cio’ che hai fatto per te stesso

di cio’ che hai lasciato irrisolto

di cio’ che hai demandato al dopo.

Ma…quale dopo e quale prima

nell’esser incapaci di vivere

nell’intera densita’ appartenente

non al tempo cosi’ misurato

ma al cospetto di se stessi

con il rispetto dovuto alla vita

…senza sciuparne nulla

di quell’infinito d’ognuno avuto

quando si vuole vivere attraversando

…la cristallita’ del luccichio

…la bellezza dell’assolutezza

nell’esser saggi non piu’ ignoranti…

 

  (229)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag