Due dolori…

L’immensa presenza

che…ascolto per me

dovrebbe dare risposte

che…bussano con angoscia

…a capire un percorso

fatto d’impalpabile compagnoso

che rende ai gesti diniego

la parvenza d’una affermazione

che ho udito ma…dava dolore

perche’ troppo malore era continuare

sul sentiero lastricato di sassi.

Quanti sassi chiusura

possono rappresentare un amore

dentro il non sentirsene degni

nel pregresso di vite sprecate

per quel non saper vivere se stesse

con la frustrazione come compagnia.

Quanti giochi da bambini

puo’ invece…l’individuarne purezza

…in una saggezza maestra

che puo’ illuminare il mai per caso

nell’occasione che capita non a caso

di poter imparare dal dolore altrui

quanta unione puo’ esserci

indi guarire le tue ferite bambine

per quel sentirti specchiato nell’altro.

Due dolori…simili di ricerca

possono a volerlo unirsi per trasformarsi

si’…in un abbraccio di pura appartenenza

senza sassi ostruenti il viversi…

 

  (247)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag