Quanto abbandono…

Quanto abbandono

…e’ dimostrabile nell’effettivo

quando continuando a credere

…d’esser meno di quel che si e’

porta al dissacrare il proprio vivere

per quel dolore che non riempie

il senso…d’esser soli

il senso…d’esser non amati

il senso…d’esser piccoli.

Quanto abbandono

…segna percorsi di mancanze

che fondano l’origine dell’uomo

…distaccato dalla partecipazione

d’essere considerabile d’attenzione

perche’…deviando il suo amore

…nel pianto verso il disamore

perde l’occasione d’accorgersi

che e’ verso se stessi che bisogna agire

…con la stoltezza d’afferrare

creando l’occasione atta a far recepire

quanto si ha bisogno solo di se stessi

specie quando se ne perde vista

abbruttendo la propria vita nella fuga.

Fuga e’ disperdere quella possibilita’

…d’accorgersi che..la propria gioia

e’ talmente infilata dentro

che non la si vede affatto e “scatta” altro

…quel “solo” che…non e’ mai vero

se si sa raccogliere l’amore intorno a se’

se si sa rubare il senso della vita…

 

 

  (227)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag