Ritmo…

L’ondeggiar di ritmo

perpetuo di…tempo umano

pur deve significare altro

come se attraversar musicalita’

resta l’ennesimo di sempre

non capire perche’…non si vuole

assurdamente…recepire dentro

…l’andamento della vita

in quell’invisibile afferrato

nell’attimo che lo si accoglie.

E’ solo questione d’accoglimento

come un aprire uno sbarrato

…nei divieti perpetuati

di quell’incapacita’…mai vera

di sapersi recuperare da dentro

quel coraggio di voler la vita.

Voler la vita e’ bello

come aspirarne il senso vero

quando…scoprirne tutto

e’ l’investimento del vero gusto

…odorante quanto basta

per desiderare di percorrere

il rivolo d’un torrente fresco

che traspare di raggio improvviso

che illumina il pensiero

cosi’…all’improvviso nel sapere

quanto vuoi assaggiarla dentro

la vita…cosi’ bella di regali

non di sprazzi senza frutto

ma sprizzanti solo di frammenti…

 

  (259)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag