Una comunione…

Il ritmo d’onde

…spazza il silenzio

in un appropriarsi quasi

della magia meraviglia

che incute il rispetto

verso la creazione tutta

mentre prenderne coscienza

e’ come un’estasi rinnovata

che perpetua l’espansione

verso lidi conosciuti

da un’anima cantosa

che s’accosta all’attimo

…con la prostrazione

quasi a ringraziare la maesta’

dinnanzi a tanto innanzi.

E’ una comunione eccelsa

che permetto a me stessa

perche’ devo riconoscenza

a tutto il mio essere oggi

quella donna fortunata

premiata da tanto amore

che pare scoppiarmi dentro

perche’ riconoscerlo e’ gia’ tanto

nel frantumo d’umanite

che s’allontana sempre piu’

creandomi abbracciata sempre

a cio’ che m’evolve dentro

per sentire la musica dell’anima

che riesce ancora ad emozionarmi

mentre vivere diventa tanto…

 

  (299)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag